Quid iuris in caso di esercizio congiunto di vendita all’ingrosso e al minuto?
/
/
Quid iuris in caso di esercizio congiunto di vendita all’ingrosso e al minuto?

Pubblichiamo, a cura del Centro Studi Primavera Forense sulla Mediazione Civile, una ultimissima pronuncia della Corte di Cassazione in una delle materie in cui è obbligatorio il tentativo di mediazione civile con l’ausilio di un mediatore civile professionista“Nemo Iudex sine Mediatore”


LOCAZIONE

Quid iuris in caso di esercizio congiunto di vendita all’ingrosso e al minuto?

L’indennità per la perdita dell’avviamento di cui all’art. 35 della legge n. 392 del 1978 non compete al conduttore cessato nei casi in cui l’attività di vendita sia avvenuta, in termini di prevalenza, con operatori professionali e fuori da un diretto contatto con il pubblico indifferenziato degli utenti e dei consumatori, con la conseguenza che, in caso di esercizio congiunto di vendita all’ingrosso e di vendita al minuto, il diritto all’indennità per la perdita dell’avviamento può essere riconosciuto solo quando l’attività di vendita al minuto abbia rivestito carattere di prevalenza rispetto all’altra, e sia avvenuta con modalità comportanti contatto diretto con il pubblico.

Corte di cassazione, Sez. VI civ. ordinanza 12 dicembre 2017, n. 29835

Corte di Appello di Roma, sentenza 25 luglio 2016, n. 3696

Rigetta ricorso

Primavera Forense

#mediazione #mediazionecivile #locazione

Cos’è la mediazione civile?

Cosa si può mediare?

Come posso tutelare i miei crediti con la clausola multistep?

Una risposta alla domande più frequenti

Share this post

Start typing and press Enter to search

Shopping Cart