Cookie Policy La mediazione minuto per minuto - Primavera Forense
La mediazione minuto per minuto
/
/
La mediazione minuto per minuto

Primavera Forense è lieta di offrirvi la mediazione minuto per minuto: tutto quanto fa mediazione, gli incontri, i passaggi, le conclusioni per entrare nel mondo della mediazione in real time.

 

Stremato, ma soddisfatto, Diego Palazzoli, mediatore di Primavera Forense, alle prese con un caso spinoso riguardante l’assegnazione di posti auto tra condomini. Era un primo incontro scorbutico e pieno di insidie come è facilmente intuibile: una fattispecie di gestione di beni in comproprietà (e precisamente si trattava di assegnazione di spazi per parcheggio di automobili) con risarcimento del danno per illegittimo utilizzo dei beni comuni rappresenta sempre uno scoglio arduo da superare. E le tre ore necessarie per il verbale di rinvio, piene di chiusure ed aperture, ne sono state la conferma.

Conflittualità: il primo segnale della difficoltà della situazione si deduceva dai conflitti personali e familiari tra le parti. In questi casi è buona norma azzerare le problematiche familiari (la conflittualità era tra due fratelli indotta dall’ex moglie di uno dei due) per preparare il terreno ad un confronto su problemi reali e non di principio. Inoltre, andare in giudizio avrebbe significato una sentenza di riassegnazione con probabile sorteggio dei posti auto in discussione e quindi un vero e proprio terno al lotto: della serie meglio sedersi intorno ad un tavolo e mettersi d’accordo.

Tecnica: l’abile tecnica usata dal Palazzoli è consistita nello sdoppiare i confronti tra le parti: da una parte il solo confronto tra avvocati e dall’altra quello solo tra le parti. Nel primo caso si sarebbero dovuti solo affrontare problemi tecnico-giuridici, ma in anche in questa fase gli avvocati hanno mostrato un’animosità prettamente professionale, incaponendosi sulla difesa ad oltranza delle proprie tesi radicalizzando le proprie argomentazioni. Anche qui lo scopo del Palazzoli è stato quello di smussare tutti gli angoli per risolvere la questione nei successivi incontri. Le parti hanno mostrato disponibilità a trattare: una di queste era rimasta in una posizione isolata rispetto alle altre e questa situazione avrebbe consistito un margine di manovra più semplice, teso a convincere la parte renitente a scendere a più miti consigli. Molto utile è risultata la prospettazione della possibilità di ricavare ulteriori spazi nei posti auto per accontentare le parti in lite. Alla fine, ci si è convinti della bontà della continuazione della trattativa.

Esito: il tutto si è concluso con un verbale di rinvio di mediazione per la valutazione delle proposte tese alla soluzione del problema. To be continued….

Carlo Cagnetti

Facebook Comments
Share this post

Start typing and press Enter to search

Shopping Cart