I poteri del curatore speciale permangono anche nel giudizio di appello
/
/
I poteri del curatore speciale permangono anche nel giudizio di appello

Pubblichiamo, a cura del Centro Studi Primavera Forense sulla Mediazione Civile, una ultimissima pronuncia della Corte di Cassazione in una delle materie in cui è obbligatorio il tentativo di mediazione civile con l’ausilio di un mediatore civile professionista“Nemo Iudex sine Mediatore”


CONDOMINIO

I poteri del curatore speciale permangono anche nel giudizio di appello

In tema di condominio negli edifici, il curatore speciale nominato, a norma dell’art. 78 cod. proc. civ., resta in carica fino a quando non venga meno la situazione contingente che abbia reso necessaria la nomina stessa, con la conseguenza che i poteri del curatore non si esauriscono con la pronunzia della sentenza conclusiva del grado di giudizio nel corso del quale la nomina è avvenuta, e il curatore stesso, come è abilitato a proporre impugnazione contro detta decisione, così è abilitato a resistere all’impugnazione ex adverso proposta.

Divisione e vendita immobile in comproprietà

 

Corte di cassazione, Sez. VI civ. ordinanza 15 dicembre 2017, n. 30253

Corte di Appello di Palermo, sentenza 26 maggio 2016, n. 1038

Rigetta ricorso

Primavera Forense

#mediazione #mediazionecivile #condominio

Cos’è la mediazione civile?

Cosa si può mediare?

Come posso tutelare i miei crediti con la clausola multistep?

Una risposta alla domande più frequenti

Share this post

Start typing and press Enter to search

Shopping Cart