Azione di riduzione: allegare la prova della lesione di quota

18 Settembre, 2017

Pubblichiamo una ultimissima pronuncia della Corte di Cassazione in una delle materie in cui è obbligatorio il tentativo di mediazione civile con l’ausilio di un mediatore professionista.

“Nemo Iudex sine Mediatore” – Centro Studi Primavera Forense sulla Mediazione Civile


Azione di riduzione: necessaria l’allegazione di tutti gli elementi comprovanti la lesione della quota

 

Il legittimario che propone l’azione di riduzione ha l’onere, ancor prima che di comprovare, di allegare tutti gli elementi occorrenti per stabilire se sia o meno avvenuta ed in quale misura la lesione della quota di riserva, e quindi anche l’inesistenza nel patrimonio del de cuius di altri beni oltre quelli che formano oggetto dell’azione di riduzione. In, particolare, in materia di successione testamentaria, il legittimario che agisca in riduzione ha l’onere d’indicare entro quali limiti sia stata lesa la sua quota di riserva, determinando con esattezza il valore della massa ereditaria, nonché quello della quota di legittima violata, dovendo, a tal fine, in primo luogo allegare tutti gli elementi occorrenti per stabilire se, ed in quale misura, sia avvenuta la lesione della riserva.

Corte di cassazione, Sez. II civ. ordinanza 30 agosto 2017, n. 20549

Corte di Appello di Roma, sentenza 3 aprile 2012

Rigetta ricorso

 

Primavera Forense

#mediazione civile #azione riduzione #successioni ereditarie

Condividi questo articolo su:

Form

Mettiti in contatto con noi

Contatti

Via Santamaura, 46 00192 – Roma

Tel. 06.47.41.96.7

segreteria@primaveraforense.it

Si informa la gentile Clientela che dal 15/11/2023 sono operative le nuove tariffe stabilite dal D.M. n. 150/2023

×

Ciao!

Clicca sul contatto riportato qui sotto per chattare su WhatsApp o invia una mail a amministrazione@primaveraforense.it

× Come ti posso aiutare?