Cookie Policy Locazione immobiliare: effetti della tardiva registrazione del contratto - Primavera Forense
Locazione immobiliare: effetti della tardiva registrazione del contratto
/
/
Locazione immobiliare: effetti della tardiva registrazione del contratto

Pubblichiamo una ultimissima pronuncia della Corte di Cassazione in una delle materie in cui è obbligatorio il tentativo di mediazione civile con l’ausilio di un mediatore professionista.

“Nemo Iudex sine Mediatore” – Centro Studi Primavera Forense sulla Mediazione Civile


Locazione immobiliare: la tardiva registrazione del contratto integra una sanatoria con efficacia retroattiva

 

In tema di locazione immobiliare (nella specie per uso abitativo), la mancata registrazione del contratto determina, ai sensi dell’art. 1, comma 346, della legge n. 311 del 2004, una nullità per violazione di norme imperative ex art. 1418 cod. civ., la quale, in ragione della sua atipicità, desumibile dal complessivo impianto normativo in materia ed in particolare dalla espressa previsione di forme di sanatoria nella legislazione succedutasi nel tempo e dall’istituto del ravvedimento operoso, risulta sanata con effetti “ex tunc” dalla tardiva registrazione del contratto stesso, implicitamente ammessa dalla normativa tributaria, coerentemente con l’esigenza di contrastare l’evasione fiscale e, nel contempo, di mantenere stabili gli effetti negoziali voluti dalle parti, nonché con il superamento del tradizionale principio di non interferenza della normativa tributaria con gli effetti civilistici del contratto, progressivamente affermatosi a partire dal 1998.

 

Corte di cassazione, Sez. VI civ. ordinanza 6 settembre 2017, n. 20898

Corte di Appello di Roma, sentenza 24 novembre 2015, n. 6274

Rigetta ricorso


Primavera Forense

#mediazione civile #contratto_locazione #registrazione_tardiva #nullità_sanata_ex_tunc

Facebook Comments
Share this post

Start typing and press Enter to search

Shopping Cart